Dicembre 2018, Roma

38.FANTAFESTIVAL - Dicembre 2018

Fantafestival 2018

Per la 38a edizione il Fantafestival torna al Nuovo Cinema Aquila, nuovo polo culturale e festivaliero romano. Ancora una volta quindi il cinema apre le sue porte ai migliori film e cortometraggi fantastici provenienti da tutto il mondo.

For the 38th edition Fantafestival returns to Nuovo Cinema Aquila, a new location in Rome for festivals and culture. Once more the theatre opens its doors to the best fantastic movies and shorts coming from all over the world.

Canti della Forca

di/by: Stefano Bessoniposter

Con/Cast: Lorenzo Pedrotti

Sceneggiatura/Screenplay: Stefano Bessoni

Montaggio/Editing: Nick Kowalsky

Fotografia/Cinematography: Kaspar Toporsky

Effetti Speciali/Special Effects: Luigi Ottolino

Musiche/Music: Za-Bum

Produzione/Production: Griffith Accademia di Cinema e Televisione, Interzone Visions, Leonardo Cruciano Workshop

Anno di realizzazione/Year: 2013

Durata/Film run: 15′

Nazionalità/Country: Italy

Sinossi: Un illustratore lavora su una sua personale trasposizione dei Canti della Forca, una raccolta di poesie macabre dello scrittore tedesco Christian Morgenstern. Perso nelle sue fantasie scopre che dalla forca si vede il mondo da una prospettiva diversa, la prospettiva dei Fratelli della Forca. Assassini, ladri, truffatori, ma anche innocenti, sognatori e puri di spirito, che a forza di penzolare l’uno accanto all’altro, divennero così legati tra di loro che decisero di unirsi in una confraternita. le sue illustrazioni prendono vita e i Fratelli della Forca si animano magicamente. Il Piccolo impiccato, un bimbo solo e spaurito, che penzola dal capestro da tempo immemore, divenuto colui che decideva se i nuovi arrivati potessero diventare dei Fratelli della Forca. Il grande Lalula, uno spropositato ingollatore di salumi, che ama vestirsi con i resti di maiali macellati e che parla una lingua incomprensibile. Pauretto, un vecchietto vestito da marinaretto che vive dentro un armadietto. Sophie, l’assistente del boia, dolce ed ambigua confidente dei Fratelli della Forca.

Synopsis: Galgenlieder are, as Morgenstern himself says in a comment, the imaginary songs of a group of hung people, dangling from the gallows hill, a strategic place that allows them to see the truths that normally a distracted and “living” viewer wouldn’t.