38.FANTAFESTIVAL - Dicembre 2018

Fantafestival 2018

Anteprime, incontri e retrospettive. Il meglio della produzione nazionale e internazionale di film e cortometraggi fantastici si contende il pipistrello d'oro assegnato dal Fantafestival.

World premieres, meetings and movie retrospectives. The best of national and interational production in the fantastic genre compete for the golden bat given by Fantafestival.

Chi siamo

Il Fantafestival nasce nel 1981, erede delle esperienze di alcuni appassionati di cinema fantastico che erano stati parte del risveglio di interesse per il genere registrato nella seconda metà degli anni ’70. In particolare il festival è diretta derivazione delle rassegne nazionali di cinema di fantascienza organizzate per il circuito “Italnoleggio” negli anni ’74-’77 e delle grandi kermesse di cinema fantastico con le quali il Cineclub Tevere di Roma connotò la propria programmazione a partire dal ’75.

Iniziato al cinema Clodio di Roma nell’ottobre del 1981 e poi passato, negli anni, come sede principale al complesso Capranica-Capranichetta, al Barberini, al Quattro Fontane e al Savoy, il festival si è sempre caratterizzato per il taglio popolare, aperto verso il grande pubblico degli appassionati. In alcune occasioni è stato esportato anche in altre grandi città italiane, con contemporanee a Milano, Ravenna, Napoli, Verona e Genova. Grazie alle numerose collaborazioni internazionali nel 1986 è tra i soci fondatori della European Fantastic Film Festivals Federation, fortemente voluta dal Fantafestival e realizzata insieme ai festival di Bruxelles, di Sitges (Spagna) e di Oporto (Portogallo).

Superati i trent’anni di attività il Fantafestival è ancora vitale e si aggiorna continuamente con le nuove tendenze e realtà del cinema fantastico.

Indirizzo e-mail: info@fanta-festival.it

 

Staff

Marcello Rossi (direttore artistico)

Marcello_Rossi_smallLaureato in Ingegneria Informatica, ha dedicato la sua attività professionale al cinema e alla televisione di genere fantastico. Ha scritto su tutte le principali riviste di settore e pubblicato diversi libri, tra cui l’Enciclopedia della Fantascienza in TV (Fanucci) e Fantasceneggiati – Sci-fi e giallo magico nelle produzioni Rai (1954-1987) (Elara). Ha curato l’edizione in home video di centinaia di titoli, tra cui le serie classiche UFO, Spazio 1999 e Ai confini della realtà. Ha lavorato per il canale satellitare Jimmy (Canal Jimmy) ed è stato consulente della versione italiana di Syfy (prima Sci Fi o Sci Fi Channel). Ha scritto e diretto numerosi programmi televisivi e documentari, tra cui King Kong Story (2005), Oltre l’ultima frontiera (2006), 50 anni sul pianeta proibito (2006), Star Trek – Una saga senza tempo (2008) e Dylan Dog – 30 anni di incubi (2016). Collabora e ha collaborato con diverse convention e festival di genere. (Wikipedia)

 

Luca Ruocco (direttore artistico)

LucaRuocco-smallSceneggiatore, performer, regista e critico cinematografico. Nel 1999 fonda, assieme a Ivan Talarico, la compagnia di teatro DoppioSenso Unico, con cui tutt’ora produce e mette in scena spettacoli come “gU.F.O.”, “Operamolla” o “Il successo non è successo”. Nel 2016 le ultime produzioni della compagnia sono state protagoniste di un focus esclusivo della trasmissione Rai Memo, di Rai 5. Ha collaborato con numerose testate cartacee e web di critica cinematografica, da Indie.Horror.it a Taxidrivers, da Horror Project a Splatter. Nel 2010 fonda il portale dedicato al cinema e alla cultura di genere InGenereCinema.com, che tutt’ora dirige. Scrive le sceneggiature di molti cortometraggi, premiati in festival italiani e stranieri. Tra questi “Versipellis” prodotto da Revok Film, premiato come miglior cortometraggio al Tohorror Film Festival 2012, allo Smallmovie Festival 2013 e all’Italian Horror Fest 2013. Dal 2012 firma alcuni saggi dedicati al cinema horror pubblicati da Eus EdizioniUniversItalia Edizioni “Il Foglio”. Tra questi: The Walking Dead, Freddy Krueger – Il Mito e Storia del Cinema Horror Italiano. Collabora con Bugs Comics fin dal primo numero di Mostri, curando e ideando interviste e redazionali e successivamente anche nel ruolo di sceneggiatore. Sempre per la stessa casa editrice è autore e parte dello staff creativo dei magazine Alieni e Gangster. Nel 2016 scrive e dirige, insieme a Marcello Rossi, il documentario “Dylan Dog – 30 anni di incubi”, prodotto da Studio Universal in collaborazione con Sergio Bonelli Editore. Dal 2012 fa parte dello staff del Fantafestival in qualità di organizzatore e selezionatore dei film e dei cortometraggi in concorso.

www.ingenerecinema.com

www.doppiosensounico.it

 

Tino Franco (responsabile degli Effetti Collaterali del Fantafestival)

Tino_Franco_small La prima volta di Tino Franco al Fantafestival è stata anche quella della sua prima edizione del 1981, aveva sedici anni ed era già un appassionato cinefilo. Da allora ha seguito il festival nelle sue migrazioni dal centro di Roma ai confini della città fino a quando, nel 2003, ha partecipato con il cortometraggio Space Off, già Nastro D’Argento nel 2002, vincendo il Pipistrello d’Oro. Nel 2005 all’Italcon, il Convegno Italiano del Fantastico e della Fantascienza, riceve il 31° Premio Italia come miglior Operatore Artistico. Dal 2007 insieme ad Alberto D’Amico organizza Piramide Channel: la prima televisione che puoi vedere solo al cinema, dove proietta film di tutte le durate alla presenza degli autori. Nel 2011 viene nuovamente premiato al Fantafestival per il cortometraggio Buon Compleanno Italia e celebrato con una retrospettiva della sitcom di fantascienza Italiani nello Spazio andata in onda su FOX. Più recentemente crea l’associazione culturale Nel Blu Studios con l’obiettivo di valorizzare la cultura cinematografica continuando a proporre visioni e a scambiare saperi. Per più di venticinque anni ha diretto più di cento tra film corti, sit-com, filmati pubblicitari, documentari e promo di identità di canale televisivo. Dal 2105 cura gli Effetti Collaterali del Fantafestival, una nuova sezione del festival.