fanta-festival
Fantafestival 1981-2021. Tributo a Michele De Angelis

Per il quarantesimo anniversario della prima edizione, il Fantafestival presenta dal 12 al 14 novembre una rassegna presso Palazzo delle Esposizioni, realizzata in collaborazione con la Cineteca Nazionale. Una selezione di classici, proiettati in 35 mm, propone una controstoria del cinema fantastico italiano. Da Rossellini a Soldati, da Fellini a Blasetti, i film in programma mettono in luce le contaminazioni fra cinema di genere e d'autore. L’evento sarà un omaggio e un’occasione per ricordare il direttore Michele De Angelis, prematuramente scomparso lo scorso ottobre. Il programma completo della rassegna è accessibile online. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Per accedere è necessario presentare il green pass.

I premi della 41ma edizione del Fantafestival

Il 41° Fantafestival si è concluso ieri sera con la cerimonia di premiazione, che ha visto Pipistrello d'Oro assegnato a Beyond the Infinite Two Minutes, sci-fi comedy giapponese di Juna Yamaguchi. Il premio è stato ritirato dal direttore dell'Istituto Giapponese di Cultura in Roma, Masuo Nishibayashi. Nel concorso dei cortometraggi, la giuria popolare ha premiato The Recycling Man di Carlo Ballauri con il Pipistrello d'Argento per il miglior corto italiano, mentre il canadese They're Here di Sid Zanforlin ha ottenuto il Pipistrello d'Argento per il cortometraggio internazionale. Pipistrello d'Oro alla carriera per lo sceneggiatore e produttore Gianni Romoli, che ha portato sul palco la sua esperienza di autore, parlando sia dei classici degli anni '80 e '90 (Dellamorte Dellamore, Trauma, Fantaghirò), ma anche della rinascita del genere fantastico in Italia (Non mi uccidere). La serata si è conclusa con la proiezione di Iguana, omaggio a Monte Hellman, maestro americano recentemente scomparso. La manifestazione è organizzata in forma ibrida dall'associazione culturale Magnifica Ossessione, con il contributo di Roma Capitale, in collaborazione con SIAE e Centro Studi Cinematografici, con il patrocinio di Istituto Polacco di Roma, Centro Ceco di Roma e Istituto Giapponese di Cultura. Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso Pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Fantafestival 2022


Il meglio del cinema fantastico internazionale: anteprime, incontri e retrospettive.

World premieres, meetings and movie retrospectives. The best of national and interational production in the fantastic genre compete for the golden bat given by Fantafestival.

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell'Avviso Pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

mail: a.magnificaossessione@gmail.com


Progetto inserito nel Catalogo delle Buone Pratiche Culturali


 

Iscrivi il tuo film


  Submit your film
 

Festival partner


 

In collaborazione con

   

News dal mondo

powered by

IFFR 2023 – Visioni sparse da Rotterdam

Alcune visioni del Festival di Rotterdam in corso, da quelle più riflessive legate al contemporaneo a quelle di genere, fino al mainstream con un nuovo film di supereroi indonesiano

Paul Vecchiali e la prosa del mondo

E’ scomparso a 92 anni il regista francese Paul Vecchiali, amato e ammirato, tra gli altri, da Pasolini e Truffaut. Questa sera h 20:30 da Sentieri Selvaggi il suo "Rosa la rose, fille publique"

The Last of Us, di Craig Mazin e Neil Druckmann

Un adattamento coraggioso, che si emancipa dai suoi protagonisti e pone allo spettatore una domanda affascinante e inquieta: e se lo sfondo fosse più interessante del primo piano?

I film in sala della settimana (23-27 gennaio)

Tra le novità in sala, oltre la versione restaurata di Audition ci sono The Plane, Profeti, Il primo giorno della mia vita, A letto con Sartre e Hometown. La strada dei ricordi.

Ursula Meier e Jaco Van Dormael al Bergamo Film Meeting 2023

I due registi, dei quali sarà presentata la personale completa, saranno i protagonisti di Europe Now!, la sezione dedicata al cinema europeo contemporaneo del 41° Bergamo Film Meeting

Il primo giorno della mia vita, di Paolo Genovese

Affronta il tema del suicidio con approccio metafisico analogo a The Place, senza però riuscire mai realmente a coinvolgere emotivamente lo spettatore. Dal romanzo omonimo del regista del 2018

Terezin, di Gabriele Guidi

Un esordio debole che rimane nell'anonimato di una preconfezionata terra di nessuno e fatica a ritagliarsi spazio all'interno del filone dei film sulla Shoah.